L’AREA MARINA PROTETTA

Il progett Medonia nella sua fase di ricerca sul campo si è insediato presso l’isola di Favignana, isola compresa nell’Area Marina Protetta (AMP) Isole Egadi che, con un’estensione di 53.992 ettari, rappresenta la riserva marina più grande del Mediterraneo. Una riserva che ha tra le sue mission istituzionali la tutela e la valorizzazione dell’ambiente marino, l’educazione ambientale, la sensibilizzazione e l’informazione dei fruitori, la ricerca e il monitoraggio, la gestione integrata della fascia costiera e la promozione dello sviluppo sostenibile, con particolare riferimento alla eco-compatibilità del turismo.

Situata di fronte alla costa nord-occidentale della Sicilia, l’AMP circonda l’arcipelago egadino che comprende, oltre a Favignana, la più grande, Levanzo e Marettmo e gli isolott di Formica e Maraone. Istituita nel 1991, dal 2001 è gestita, per conto del Ministero dell’Ambiente, dal Comune di Favignana. Si tratta di un’area ad altissima valenza dal punto di vista naturalistico poiché presso Favignana – per la natura dei fondali, l’idrodinamismo, la trasparenza delle acque e l’assenza di fonti diverse d’impatt antropico – è presente la prateria di Posidonia oceanica più imponente, estesa e meglio conservata del Mediterraneo, circa 7.700 ettari.


La Posidonia, habitat protetto a livello internazionale, è considerata il polmone del Mediterraneo e riveste un ruolo cruciale per l’equilibrio dell’ecosistema marino: oltre a produrre ossigeno e assorbire CO2, contribuisce a mitigare sensibilmente l’erosione costiera attaverso la formazione delle banquette, strutture prodotte dallo spiaggiamento delle foglie morte a causa delle mareggiate e del naturale ciclo biologico.